Bonus edilizi

    Il recupero nel 2024 della quota di spese sostenute nel 2021

    SM

    Per lavori di efficientamento energetico sull’immobile di cui è comodatario, un contribuente ha pagato fatture nel 2021 e 2022 ai propri fornitori. I lavori effettivamente realizzati hanno raggiunto il minimo del 30% richiesto per la presentazione dei Sal (stato avanzamento lavori) solo nel 2022, anno nel quale i lavori sono stati anche ultimati. Nel modello Redditi Pf 2022 il contribuente non ha potuto portare in detrazione la quota di un quinto del 110% delle spese sostenute nel 2021 in quanto, non essendovi asseverazione, non è stato possibile chiedere l’apposizione del visto di conformità. Entro la fine del mese di febbraio 2023 viene presentata l’asseverazione all’Enea. Una volta ottenuta l’asseverazione, è possibile chiedere l’apposizione del visto di conformità e presentare la dichiarazione integrativa per il 2021, fruendo così della detrazione delle spese sostenute in quell’anno?